Figli di nessuno

Figli di nessuno

In questi giorni di emergenza che ha travolto tutto il paese si sente tanto parlare di aiuto alle aziende, ai commercianti, ma ancora non si è sentito nessuno ricordare noi, liberi professionisti, piccole partite iva, che di punto in bianco ci siamo trovati completamente senza lavoro e, come potete immaginare, essere sempre “figli di nessuno” fa male.

La constatazione è che siamo indispensabili per fare andare avanti il sistema, ma quasi sempre dimenticati.

Noi non vendiamo oggetti e merci sul mercato globalizzato, non vendiamo beni tangibili, ma “vendiamo” beni non tangibili, ma che diventano concreti e tangibili nelle vite delle persone che incontriamo quotidianamente.

La sospensione dell’attività per motivi contingenti ed inderogabili, ha fatto andare in fumo il lavoro di mesi che nessuno ci pagherà mai.

Pensiamo solo al lavoro di supporto e progettazione che facciamo dentro alle scuole, che comporta anche l’anticipo dell’acquisto dei materiali. Acquisti fatti, ore di incontri con le insegnanti svolte per impostare l’integrazione con percorsi paralleli a supporto della didattica, contratti già firmati, ma poiché le lezioni sono sospese e il tempo non torna indietro, per noi sarà impossibile essere nelle ore concordate a scuola e dunque non ci verrà riconosciuto nulla.

Siamo figure importanti per la scuola, ma siamo senza tutele e con un sacco di doveri. Non abbiamo nessun supporto, se non dalle nostre famiglie.

Noi formiamo gli insegnanti, ma ci dobbiamo comprare senza sconti i libri che ci servono, accediamo a delle formazioni/aggiornamenti completamente a nostre spese, e paghiamo il biglietto intero per andare al museo.

Provo a riassumere il concetto in tre righe: per noi liberi professionisti è lavoro di mesi svanito che non tornerà più, abbiamo anticipato soldi che nessuno ci renderà e, proprio per questo, vi chiedo di non dimenticarci.

Sarò ora ancora più realista dicendo che se non saremo sostenuti adeguatamente, rischiamo di scomparire, ma con noi scomparirebbero anche professionisti formati e competenti.

No Comments

Leave a Comment

Please be polite. We appreciate that.
Your email address will not be published and required fields are marked